Tutte le ore e nessuna

7.99

Asli Erdogan

Traduzione di Giulia Ansaldo

Per raccontare sé stessi è necessario raccontare il mondo intero. Il mondo che ti cancella a forza di raccontarlo… Ovvero per raccontare sé stessi è necessario perdere il mondo intero. «Amore» è uno dei nomi di questa perdita.

Dalla stanza di un albergo, tra posacenere colmi e fondi di caffè, una voce narrante ricomincia notte dopo notte il proprio discorso. Tentando di intravedere i colori che emergono dal buio e di uscire per un istante dal proprio stato di esilio, Asli Erdogan sceglie di narrare la propria vicenda umana e politica attraverso uno scavo profondo nella parola, in cui il mondo di fuori (che sia il nord Europa o il Nepal) appare coperto da un «velo tessuto di luce e buio».
L’esilio diventa così un frammento di un percorso più vasto verso il mondo e le parole, tra l’uno e le altre, in una circolarità magnetica che è l’essenza stessa della letteratura.
Tutte le ore e nessuna racconta il lavoro della scrittura: un viaggio su una superficie rotta in mille cristalli, con un riflesso o un’eco a fare da guida.


Autorə
Info
Rassegna stampa

Autorə

Aslı Erdoğan (Istanbul, 1967) vive tra diversi paesi europei, esule dal 2017 dopo lunghi mesi di carcere. I suoi libri sono tradotti in numerose lingue. In Italia sono disponibili Il mandarino meraviglioso (Keller, 2014), Neppure il silenzio è più tuo (Garzanti, 2017) e La città dal mantello rosso (Garzanti, 2020).

Info

Formato: 12×19

Pagine: 212

Pubblicazione: 10/05/2024

ISBN: 9791280195548

Autorə: Asli Erdogan

Traduzione: Giulia Ansaldo

Rassegna stampa

L'ascaro
LE NOSTRE ULTIME USCITE